skip to Main Content
Via A.Solari, 6 – 20144 Milano    02.4694914 02.25060577 info@arcobalenodanza.it segreteria@arcobalenodanza.it
Feste Di Compleanno A Impatto Zero: 10 Regole D’oro Per Non Sbagliare!

Piatti non usa e getta per il buffet, materiali di riciclo per i giochi, raccolta differenziata e recupero delle carte dei regali, da usare per confezionare i regalini per i partecipanti.
Rispettare l’ambiente non è difficile.. anzi, può rivelarsi molto divertente!
Per questo – in alternativa alle feste di compleanno chiassose, sovrabbondanti e un po’ impersonali cui siamo abituati – sarebbe importante proporre ai bambini feste di compleanno sostenibili.. possibile? Eccome! Ecco 10 regole d’oro per non sbagliare!

1) Addobbi riutilizzabili o fai da te. Che si decida di organizzare la propria festa a casa, in uno spazio preso in affitto o all’aperto, non vale proprio la pena di optare per bandierine inconsistenti a rischio rottura dopo 5 minuti o per vagonate di palloncini a rischio esplosione ad ogni passo. Su internet sono davvero tantissime le idee da copiare per realizzare bandierine con materiali di riciclo, o una scritta da dedicare al festeggiato/a: mettendoci qualche minuto in più sarà  possibile realizzare addobbi da riutilizzare per anni!

2) una merenda varia, ma senza eccedere nelle porzioni. I bimbi, si sa, se hanno la possibilità  di scegliere tra un gioco divertente e una manciata di patatine preferiscono il gioco. Non vale quindi la pena di allestire buffet esagerati, in cui l’unico rischio è quello di sprecare un sacco di cibo. Basterà  proporre una semplice merenda, alla festa come se fosse un giorno “normale”: questo non vuol dire rinunciare in toto a caramelle e leccornie che “celebrino” l’eccezionalità  dell’evento, ma farsi guidare dal senso della misura e, nel tagliare per esempio le fette di torta, chiedere ad ogni bimbo quanta pensa di poterne mangiare, senza obbligare nessuno o esagerare nelle dosi.

3) e alla fine, in caso di avanzi eccessivi.. doggy bag per tutti! Le vaschette di plastica del gelato o della ricotta potranno tornarvi molto utili in occasione della festa dei vostri bimbi: inserirle nei bagagli per l’allestimento della merenda non aggiungerà  peso eccessivo ma vi consentirà  di poter distribuire comodamente, a chi saprà  apprezzarli, gli eventuali avanzi di torta o tartine una volta finita la festa. Un’ottima strategia per non sprecare nulla e per fare contenti anche chi non si sarà  potuto trattenere alla festa

4) stoviglie non usa e getta per il buffet. In commercio esistono stoviglie di plastica rigida colorate e resistenti che, con un prezzo non di molto superiore a quello delle stoviglie usa e getta, possono essere usate infinite volte, senza così creare volumi abnormi di rifiuti. Certo, in questo modo viaggeranno sul tavolo della festa tanti bicchieri dello stesso colore e questo potrebbe creare qualche problema, ma renderli riconoscibili non è difficile! Basterà  aggiungere su ogni bicchiere una fascetta di scotch carta su cui scrivere il nome di ciascun proprietario

5) .. e tovaglie di stoffa, che poi si lavano e tornano come nuove! In questo caso la fatica è tutta della lavatrice, ma l’ambiente ringrazierà !

6) raccolta differenziata. Pur stando attenti, durante una festa di compleanno si producono tanti rifiuti, molti dei quali passano dalle mani dei bimbi: tovaglioli più o meno sporchi, stuzzicadenti, carte dei regali e inviti non più utilizzabili, palloncini scoppiati. Prima di cominciare è importante assicurarsi di sapere come differenziare ciascuno di questi rifiuti, in modo da poter responsabilizzare i bimbi (e anche i grandi.. perchè no?) trasformando così un gesto apparentemente innocuo in un atto di responsabilità verso l’ambiente!

7) materiali di recupero per i giochi. Che i bambini si divertano anche con poco lo sappiamo. E questo non è un limite ma un grande valore, da preservare e valorizzare anche durante le feste! Come? Per esempio stimolando la fantasia dei bimbi attraverso l’utilizzo di materiali di recupero per organizzare giochi originali: i bussolotti degli ovetti di cioccolato possono diventare perle della collana di Cenerentola da raccogliere il più velocemente possibile; i tappi delle bottiglie di plastica possono sostituire i fagioli nell’organizzazione di una tombola speciale; gli scampoli di stoffa, a cui magare aggiungere qualche frangia fai da te, possono diventare tappeti magici su cui volare, rivisitando il “solito” gioco delle sedie in una chiave diversa. Ma di idee come queste se ne possono elaborare all’infinito!

8) evitiamo il rumore eccessivo. Anche questo è inquinamento, e dei più fastidiosi! La musica va gestita a volumi moderati, e questo non ridurrà  il divertimento dei bambini, anzi.. consentirà  loro di parlarsi, di poter recepire più facilmente le indicazioni di animatori e genitori e di seguire i giochi al meglio.

9) un regalo collettivo pensato vale più di 30 regali comprati di corsa. Perchè affannarsi nell’acquisto di regali anonimi e spesso non azzeccati quando, con un rapido giro di messaggi, si potrebbe acquistare qualcosa di più “importante”che risponda a un reale desiderio del piccolo festeggiato? Spesso poi così si riesce anche a risparmiare!

10) i bimbi al centro! Questo è diventato l’ultimo punto del nostro decalogo, ma in realtà  dovrebbe essere il primo. Le feste dei bambini devono avere al centro i bambini: i loro ritmi, la loro voglia di divertimento, i rapporti e le amicizie che loro reputano importanti, i loro gusti e la loro fame. Ai genitori e agli animatori spetta il compito di interpretare tutti questi segnali “traducendoli”, in termini educativi, in proposte adeguate e rispettose, contenendo gli eventuali eccessi e le richieste più estreme. E, questo per noi è fondamentale, avendo sempre un occhio di riguardo per l’ambiente!

Back To Top